IL MOMENTO GIUSTO PER CAMBIARE

Immagine

Le giornate iniziano a cambiare quando uno smette di andare semplicemente  dietro alle sue seghe mentali e realizza il cambiamento che vuole essere.

E’ una strada difficile e ostica che tante volte porta a fare retromarcia e a ritrovarti in punti (posti) che credevi ormai superati. Ma sfido ogni persona, e forse me per prima, ad assumere una concezione (come scrive Mirko Kiave in una delle sue canzoni) in cui ogni uomo/donna ha, infinite possibilità. La vita pullula di segnali che tante volte non cogliamo, o che molte volte troviamo molto più funzionale non cogliere perché questo porterebbe ad uno step successivo, ossia muoversi,cambiare lo stato di cose. Succede però un giorno in cui non capisci davvero che pesci prendere, chi sei e dove cazzo stai andando e se tutto quello che credevi l’essenza della tua persona sia andato via o se si sia temporaneamente addormentato. In queste giornate in cui il resto del mondo vive  ma tu vorresti semplicemente nasconderti sotto le coperte, chiami un amico/a che si trova a Brindisi, a Padova, a Bilbao. Loro lo sanno chi sei, perché sono stati al tuo fianco in tutti i momenti cruciali della tua vita: quando in passato ti sei sentita triste perché non hai passato un esame per cui avevi studiato tanto o è andata male una storia in cui avevi investito tutta te stessa. Loro hanno gioito con te quando hai portato a compimento un progetto importante, quando hai chiesto finalmente al ragazzo che ti piaceva di uscire con te, quando ti sei laureata..loro c’erano, e capisci che se a 25 anni non hai ancora compreso il sentimento chiamato amore di certo la vita ti ha riempito dell’esperienza chiamata amicizia. E che sei stata talmente fortunata da aver conosciuto amici italiani, camerunensi, venezuelani..tutt* sono stati un valore aggiunto in ogni tuo passo verso il successo, in ogni tuo attimo  verso il giorno successivo. Anche se lo sai benissimo che lamentarsi tante volte è una scorciatoia molto comoda che adotti per non vedere tante cose, al contempo sai di avere delle persone che non si stancheranno mai di ripeterlo, e soprattutto non si stancheranno mai di credere in te, della persona che sei e di quello che puoi offrire.

In queste giornate Lao Tzu si risveglia e ti dice che: se tu cerchi ovunque ma non riesci ancora a trovare quello che stai cercando, è solamente perché quello che tu vuoi è già tuo. E ringrazi il fottutissimo Lao Tzu per averti sbattuto in faccia una verità che credevi così lontana ma nel momento in cui te ne rendi conto la consideri così vicina alla quotidianità dal non avere quel carattere sensazionale che ti permette di coglierla.

Per concludere, forse non ti trovi attualmente nel posto in cui desideravi, a fare le cose che davvero ti piacciono e con le persone che davvero ti amano ma sappi che non è un’esperienza inutile. E’ solo un mattoncino di un progetto un po’ più ampio  chiamato la tua vita che sicuramente ti darà tanto se la smetti di lamentarti in maniera sciocca e improduttiva e semplicemente ti metti ad ascoltare:

Annunci

4 Risposte

  1. questa tua riflessione riassume esattamente quello che penso sulle crisi che abitualmente ci colpiscono…. le seghe mentali ci rendono solo delle persone piagnucolose! solo quando decidiamo di cambiare marcia nella nostra vita, rimboccandoci le maniche, riusciamo a dimostrare quello che valiamo davvero! le crisi sono da sprono per superare l’inerzia della pigrizia ed alzarci dalle comode poltrone dell’abitudine… LA FORZA è DENTRO NOI STESSI! brava Martina 🙂

    Mi piace

  2. Ciao Cris! Penso che tu abbia toccato un punto davvero centrale: la crisi che a mio modo di vedere se gestita in maniera positiva può generare una primavera: il cambiamento. 🙂 Come dice Einstein “Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.
    La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni, perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall’ angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. E’ nella crisi che sorgono l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera se stesso senza essere ‘superato’.
    Bravo anche a te Cri Cri! Sempre un piacere confrontarsi con te!
    P.S ricordati di seguirci via email! (tendina a destra!):D

    Mi piace

  3. E finalmente posso dire la mia sul Cambiamento, che considero parte imprescindibile del nostro Cammino…
    Queste parole in maiuscolo non sono casuali ;-): sperimento continuamente crisi e “risollevamenti” e molto spesso mi sono considerata “sbagliata” per il semplice fatto di non riuscire ad accontentarmi di quello che avevo, di non riuscire a volere una vita “tranquilla”, un lavoro sicuro e lontano dalle proprie aspirazioni che però ti garantisce la pensione (e morte dell’anima!!), di non essere come la maggior parte delle persone insomma…e ho lavorato tanto su di me e ho sofferto perché per prima non mi accettavo e anche grazie ad “alcune persone” a me vicine che me lo facevano pesare…questo mio essere sognatrice e questo desiderio di cercare, cercare, cercare…e cambiare, dentro e fuori!
    L’ultima crisi è avvenuta qualche mese fa e ogni volta ha lo stesso volto: l’Entusiasmo svanisce e con esso anche la Gioia e si ripetono le azioni fino al punto di saturazione e finalmente si agisce, non senza paura, un Cambiamento. Dai più vengo considerata folle, ma da chi è come me, da chi ha un animo simile al mio, decisamente Saggia!
    Così ho preso un periodo lontano dalle incombenze quotidiane e sono partita alla volta dello “Strano” Cammino di Santiago in solitaria per mettere in discussione tutta la mia vita: relazioni, lavoro, residenza, ecc. L’aggettivo strano è riferito alla potenza dei segnali che giornalmente abbiamo davanti a noi che ci indicano quale strada ci fa sorridere dentro, ma che solo quando diamo voce al nostro istinto, alla nostra parte più intima e profonda, diamo la possibilità di manifestarsi. Ed è quello che è accaduto!
    Ciò che scopri quando osi un cambiamento è che siamo molto più forti di quanto crediamo e che anche se le risposte non arrivano subito, la predisposizione a nuove strade ne potenzia il loro crearsi senza sapere come.
    Il caso non esiste, siamo artefici di ciò che siamo e il cambiamento se non accettato e a volte provocato, si subisce! Sta a noi la scelta, perché possiamo sempre scegliere! 😉
    Alla prossima “condivisione”!
    Eleonora

    Piace a 1 persona

  4. Ciao Eleonora! Grazie per la bellissima condivisione! Hai perfettamente ragione, noi possiamo scegliere, ma sono sicura che ascoltando noi stessi (e molto spesso sfidandoci) potremmo raggiungere infinite soddisfazioni! Osare sempre! La vita è sfida e cambiamento! Un bacio! Grazie!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: